Osservazione al microscopio della comunità bentonica tra alghe marine in acquario 24/06

– Una raccolta di immagini e video dei microrganismi viventi tra le alghe di un acquario marino tropicale. L’osservazione al microscopio si è svolta il 24 giugno 2018.

Negli acquari marini possono crescere diverse specie di alghe che sono spesso considerate un elemento negativo. In effetti, alcune specie proliferano in risposta a condizioni disequilibrate dell’acquario, spesso in presenza di abbondanti risorse nutritive. Altre alghe, tuttavia, possono essere molto utili per aumentare la biodiversità in acquario. Generi dai colori vivaci e carichi e a crescita ramificata sono meno antiestetiche di altre considerate infestanti e rappresentano sicuramente un valore aggiunto.

Le matasse algali di partenza sono state ottenute con una illuminazione specifica a bassa temperatura di colore (6000-6500 K).

La velocità di crescita di queste alghe è variabile, ma nel complesso più contenute rispetto a specie più frequentemente rinvenute in acquario. Nell’immagine si vedono matasse formatesi nelle ultime 4-5 settimane, in particolare le alghe rosse sono meno recenti di quelle verdi.

 

 

 

 

I campioni prelevati per l’osservazione al microscopio sono i seguenti. E’ sufficiente un piccolo ciuffo di alghe per poter ammirare numerose specie di microorganismi.

 

Due campioni di alghe da osservare al microscopio

In questo caso ho prelevato un ciuffo dalla matassa più vecchia, la rossa, ed un altro in quella più giovane. Così facendo si possono confrontare due microambienti differenti a diversi stadi di arricchimento di biodiversità.

Alghe, spore e qualche ciliato
Alghe, spore e qualche ciliato
Alghe, spore e qualche ciliato

Galleria video al microscopio 24/06

In questo video al microscopio si possono notare filamenti di alghe senza particolare colonizzazione da parte di altri microrganismi. Queste sono, infatti, alghe giovani, cresciute solo nelle ultime 1-2 settimane.

In questi successivi video, invece, la presenza di altri organismi si fa sempre più evidente, in quanto le matasse di alghe sono più vecchie e meglio colonizzate.

Infine una creatura un po’ più particolare, un probabile acaro acquatico:

Altre fotografie al microscopio

Quello che sembra essere un acaro
Al centro, una esuvia 
Ogni filamento di alga è un supporto per altri microrganismi
Dettaglio 400x

 

Fotografie e filmati sono conclusi, alla prossima osservazione 😀

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi rimanere aggiornato?

Lascia un like alla pagina!